mercoledì 20 luglio 2016

Software CAM certificato per Autodesk Inventor 2017: hyperMILL2016.2

hyperMILL 2016.2 è certificato da Autodesk come perfettamente compatibile con Autodesk Inventor 2017.
Questo significa che un flusso di lavoro integrato, assicurato durante la conversione di file da Inventor 2017 per hyperMILL. Il passaggio dei dati da Inventor attraverso il sistema CAM hyperMILL® e alla macchina utensile CNC completamente trasparente.
L’associazione dati necessari è stata confermata a seguito di una procedura di test rigorosa svolta sull’ultima versione di hyperMILL 2016.2.
L’integrazione assicura di evitare errori e di avere i dati del modello CAD sempre aggiornati all’interno del sistema CAM. Gli utenti di Inventor possono avere le funzionalità CAM di hyperMILL all’interno dell’interfaccia CAD familiare per lavorare in un ambiente unico.

martedì 19 luglio 2016

Jet Aviation Basel punta sulla soluzione PLM di Siemens per la propria strategia di digitalizzazione




· NX e Teamcenter alla base della futura impresa digitale

· Standard aperti e alta scalabilità: i fattori decisivi per la scelta

· Il formato dati neutro JT agevola il processo di conformità LOTAR



Jet Aviation Basel ha scelto Siemens come piattaforma software sulla quale costruire la futura strategia di digitalizzazione. L’azienda cercava una soluzione per sostituire il software di gestione del ciclo di vita del prodotto (PLM) esistente, che non soddisfaceva più i requisiti di apertura e scalabilità. Dopo un’analisi approfondita, la sede MRO and Completions di Basilea ha scelto il software NX™ di Siemens per le attività integrate di progettazione, produzione e analisi a computer (CAD/CAM/CAE) e il portafoglio Teamcenter®, il sistema per la gestione del ciclo di vita digitale più diffuso al mondo, come base per la creazione della futura impresa digitale. Grazie alle due soluzioni, che sfruttano il formato di file JT™ conforme alla norma ISO, Jet Aviation Basel snellirà i processi collaborativi e raggiungerà la conformità con lo standard Long-term Archiving and Retrieval (LOTAR), fondamentale nell’industria aeronautica. L’implementazione avverrà in diverse fasi a partire da settembre 2016.

Jet Aviation Basel doveva accelerare la trasformazione digitale e ha quindi messo sotto esame i propri sistemi esistenti. Oltre a memorizzare i dati in formato JT per supportare i processi a valle, l’azienda voleva abbandonare i disegni 2D e implementare al tempo stesso un nuovo processo 3D che soddisfacesse tutti i requisiti per la certificazione. La suite di software di Siemens per l’impresa digitale, costituita da NX e Teamcenter, ha risposto a tutte le esigenze dell’azienda.

“Avevamo bisogno di una soluzione digitale scalabile e flessibile per la progettazione e il PLM, che fosse in grado di crescere insieme a noi e aiutarci nell’affrontare le sfide future,” racconta Mike Baker, Director of IT Solutions, EMEA, Jet Aviation. “Siemens offre un pacchetto strettamente integrato ma sufficientemente aperto per gestire i diversi formati di dati e standard utilizzati nel nostro settore. Siamo felici di collaborare con Siemens e non vediamo l’ora di lavorare insieme per implementare la loro soluzione software PLM.”



L’integrazione diretta fra NX e Teamcenter consentirà a Jet Aviation Basel di modificare e gestire i dati di diversi sistemi di terze parti e di utilizzare JT come formato di file standard neutro. Il sistema è flessibile ed altamente scalabile, in grado di adattarsi all’evoluzione delle esigenze dell’azienda, che crescerà e dovrà affrontare nuove sfide sul mercato.



“Nell’economia moderna, i cambiamenti rapidi e le nuove sfide sono la norma, non l’eccezione. Servono quindi soluzioni scalabili, flessibili e aperte a diversi standard e formati,” sottolinea Hermann Kaineder, Country Manager Switzerland, Siemens PLM Software. “Siamo fieri che Jet Aviation abbia scelto Siemens per dare una spinta alla propria strategia di digitalizzazione. Con NX e Teamcenter, siamo fiduciosi che l’azienda potrà crescere superando i limiti e i vincoli dei sistemi esistenti.”

visitate il sito http://www.siemens.it/plm

mercoledì 22 giugno 2016

Siemens presenta Simcenter per migliorare l’ingegnerizzazione con l’analisi predittiva


· La suite completa di software di simulazione e soluzioni di test consente di sviluppare dei “Digital Twin” per promuovere l’innovazione lungo tutte le fasi dello sviluppo di prodotto

· L’offerta supporta la strategia di digitalizzazione di Siemens e lo sviluppo prodotto basato su sistemi

· Siemens presenta anche Simcenter 3D, la soluzione CAE 3D multidisciplinare di nuova generazione

La divisione PLM (Product Lifecycle Management) di Siemens ha lanciato la nuova offerta Simcenter™, una suite avanzata di software di simulazione e soluzioni di test che aiuta le aziende ad affrontare le sfide dell’ingegneria moderna per prodotti sempre più complessi. Simcenter combina simulazione e test con funzionalità intelligenti di reportistica e analisi per sviluppare “digital twin” in grado di anticipare in modo più preciso le prestazioni dei prodotti in tutte le fasi del processo di sviluppo. In questo modo le società di ingegneria possono sviluppare prodotti innovativi più velocemente e con costi inferiori. L’offerta di Siemens comprende anche Simcenter 3D, una soluzione CAE 3D di nuova generazione basata sulla piattaforma software NX™ di Siemens che integra funzionalità di diverse soluzioni per coprire un’ampia gamma di attività di simulazione e applicativi per l’industria. Con il lancio di Simcenter, Siemens compie un ulteriore passo avanti nella propria strategia di digitalizzazione e analisi predittiva, che punta a trasformare la simulazione e la verifica dei progetti in uno strumento analitico fondamentale per lo sviluppo prodotto basato su sistemi.

 “Le aziende manifatturiere sono sottoposte a forti pressioni per migliorare le loro attività di ingegnerizzazione dei prodotti, affrontando nuove sfide per non rischiare di diventare obsolete,” spiega Peter Bilello, Presidente, CIMdata, Inc. “Attraverso l’offerta Simcenter e la sua visione dell’analisi predittiva, Siemens sta affrontando in maniera proattiva queste sfide sfruttando la propria gamma consolidata di tecnologie, arricchita con le acquisizioni di LMS e, più recentemente, di CD-adapco. Siemens può così aiutare i propri clienti a risolvere le problematiche di ingegneria dei prodotti odierni, gettando nel contempo le basi per una nuova generazione di prodotti futuri.”

Oggi molti prodotti richiedono ambienti di sviluppo complessi, con funzioni meccaniche abbinate a elettronica, software e comandi. Gli uffici di progettazione devono sviluppare prodotti intelligenti che integrano tutti questi aspetti, utilizzando nuovi materiali e metodi di produzione, e consegnare i progetti in tempi sempre più stretti. Per raggiungere questo obiettivo è necessario che le procedure di ingegneria per la verifica delle prestazioni dei prodotti si evolvano verso funzionalità predittive in grado di supportare la digitalizzazione e lo sviluppo di prodotti basato su sistemi.

Simcenter è concepito per affrontare queste sfide e realizzare la visione di analisi predittiva di Siemens, integrando diverse tecnologie di simulazione e collaudo, come meccanica computazionale dei solidi (CSM) e analisi a elementi finiti (FEA), fluidodinamica computazionale (CFD), dinamica dei sistemi multicorpo, controlli, test, visualizzazione, esplorazione di progetti multidisciplinari e data analytics. Tutte queste tecnologie vengono gestite in un ambiente PLM utilizzando il software Teamcenter® di Siemens per supportare l’ingegnerizzazione e lo sviluppo di sistemi complessi.

All’interno di Simcenter, gli applicativi sfrutteranno anche l’Industrial Internet of Things (IIoT) attraverso l’integrazione di dati raccolti da sensori con simulazioni ad alta fedeltà, consentendo alle aziende manifatturiere di creare e mantenere i “digital twin” dei loro prodotti, sincronizzandoli con il prodotto fisico vero e proprio. Questo approccio è fondamentale per ottenere previsioni più utili e realistiche delle prestazioni dei prodotti, allo scopo di adattare i prodotti stessi a condizioni di impiego mutevoli, prolungarne la vita utile e gestirne il deperimento.

“La visione dell’analisi predittiva e la strategia di digitalizzazione di Siemens si basano su una visione più olistica dei dati delle prestazioni di prodotto, con l’obiettivo di vincere la sfida che le aziende manifatturiere sono chiamate ad affrontare per l’ingegnerizzazione di prodotti e sistemi sofisticati,” afferma Chuck Grindstaff, President and Chief Executive Officer, Siemens PLM Software. “Simcenter segna un’altra tappa nell’implementazione di questa strategia, basata su importanti investimenti compiuti negli ultimi anni da Siemens in ricerca e sviluppo, acquisizioni strategiche di realtà leader del settore come LMS e CD-adapco, e proiettata verso ulteriori evoluzioni e sviluppi futuri.”


“All’interno dell’offerta Simcenter, Simcenter 3D mette a disposizione un ambiente unificato, scalabile, aperto ed estensibile per il CAE 3D legato a progettazione, simulazione 1D, test e gestione dei dati”, dice il Dott. Jan Leuridan, Senior Vice President for Simulation and Test Solutions, Siemens PLM Software. “Integrando le funzionalità di NX CAE, LMS Virtual.Lab e LMS Samtech proponiamo al mercato una soluzione CAE 3D completa rivolta alle esigenze degli analisti CAE e degli specialisti di questa disciplina.”

Per maggiori informazioni visitate www.siemens.com/plm/simcenter.


giovedì 16 giugno 2016

Web Marketing Festival 2016 alla 4^ edizione


Appuntamento l’8 e 9 luglio al Palacongressi di Rimini
Innovazione e Digitale in primo piano: dopo i 2.600 partecipanti del 2015, coinvolti quest’anno 120 relatori in 22 sale per un evento mai così completo
Un evento italiano, di portata internazionale, nato per rappresentare il settore del Digital Marketing. Il Web Marketing Festival riparte da questa definizione per l’edizione 2016, che anche stavolta, in quello che sarà il suo 4° anno, tornerà a Rimini nella due giorni dell’8-9 luglio.

Tracciare, ancora una volta, gli scenari presenti e futuri di un intero settore, quello del marketing digitale, in tutte le sue declinazioni e connessioni, è l’ambizioso obiettivo di un appuntamento capace, nel 2015, di gremire con oltre 2.600 partecipanti il Palacongressi di Rimini, anche quest’anno location prestigiosa e di sicuro impatto.
Il Web Marketing Festival 2016 metterà al centro la formazione legata ai temi del digitale e dell’innovazione - dal Web Design al Social Media Marketing, dal Content Marketing al Marketing Turistico, dalla SEO al Mobile Marketing -, sviluppando e promuovendo momenti di confronto e networking costanti.

22 sale e 120 relatori, per un programma formativo che mette al centro le tematiche principali del digital marketing, con interventi base e avanzati, tenuti dai maggiori esperti italiani e provenienti da fuori confine.
Una opportunità per le aziende per acquisire competenze rispetto al Content Marketing e alle Strategie di Digital marketing. 

Digital Marketing uno strumento non solo di promozione, ma soprattutto di Social Innovation

lunedì 13 giugno 2016

OPEN MIND partner di IIT di Genova nella realizzazione del simpatico e famosissimo iCub: il cucciolo di robot umanoide



hyperMILL, il software CAM leader nelle lavorazioni 5 assi,  è sempre stato utilizzato negli anni in cui il progetto iCub si è sviluppato, soprattutto per la produzione delle parti che compongono il corpo, le evolutissime articolazioni e gli snodi.

Wessling, 20 maggio 2016. OPEN MIND Technology, leader nelle soluzioni software CAD CAM con i prodotti hyperCAD-S e hyperMILL, è particolarmente orgogliosa della collaborazione in essere da ormai molti anni con l'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova e i responsabili Giorgio Metta, ingegnere robotico e Giulio Sandini, padri di iCub il cucciolo di robot umanoide, diventato famoso per la sua partecipazione a talkshow televisivi e per il piazzamento tra i semifinalisti di Italia's Got Talent 2016.

iCub dispone di 53 motori grazie ai quali può muovere la testa, gli arti superiori e inferiori e la vita. Può vedere e sentire e ha il senso della sua posizione nello spazio oltre a un gran senso dell’equilibrio.
Sa gattonare e mettersi a sedere, può afferrare e in generale manipolare oggetti grazie alle sue mani dotate di tatto, caratterizzate da nove snodi. Ha circa 4 mila sensori in tutto il corpo in parte ricoperto da una membrana artificiale simile alla pelle. iCub muove le palpebre e le labbra, simula le emozioni come la sorpresa o la gioia, grazie a espressioni del viso e luci.

La collaborazione di OPEN MIND e IIT dura da molti anni, fin dalle fasi di sviluppo dei primi esemplari, perché hyperMILL si è sempre dimostrato lo strumento più efficace per la produzione dei componenti e dei particolari del corpo di iCub, fondamentali oggi nel renderlo il robot più mobile e snodato al Mondo oltre che quello più abile nel percorso di autoapprendimento.
iCub infatti, grazie al senso del tatto con cui esplora le qualità degli oggetti che lo circondano, acquisisce un numero impressionante di informazioni nuove ogni giorno che immagazzina per creare la propria esperienza e capacità di “orientarsi” nel mondo reale.

Nei 10 anni di sviluppo sono stati prodotti da IIT tantissimi esemplari ora sparsi nei laboratori di ricerca di tutto il mondo, ambasciatori dell’eccellenza e dell’innovazione italiana.

Nel corso degli anni, i tecnici di IIT hanno saputo sfruttare le funzionalità di hyperMILL, dalle lavorazioni 2D alle più complesse programmazioni 5 assi simultanei.

Francesco Plizzari di OPEN MIND ha condiviso: <<La collaborazione con IIT ci rende particolarmente orgogliosi per tanti motivi. Innanzi tutto, aver contribuito alla realizzazione di un’eccellenza dell’ingegno italiano a livello mondiale, è certamente molto importante. Inoltre, aver saputo dimostrare come hyperMILL sia strategico e utilizzabile con successo anche nella produzione di componenti piccoli ma complessi, tecnologicamente evoluti è motivo di grande soddisfazione. Infine aver dimostrato la versatilità di hyperMILL  anche in ambito della robotica, un settore pionieristico e altamente sfidante per la velocità di innovazione e cambiamento>>.